MASSA X-WING 2016

L’Associazione Ludica Apuana ha organizzato per la prima volta un evento per il gioco X-Wing, domenica 11 settembre 2016 presso lo Sporting Club “Le Pinete” a Poveromo – Massa.

L'evento, vedeva lo svolgersi di due scenari con la partecipazione di 11 giocatori.

Come sempre si è trattato di una piacevole manifestazione, divertente e che ha lasciato i partecipanti molto soddisfatti.

Da segnalare la disponibilità della Giochi Uniti, distributore per l’Italia del gioco, che ha fornito le miniature che sono state poi sorteggiate tra i partecipanti.

Inizialmente avevamo la preoccupazione che gli scenari potessero svolgersi molto lentamente a causa del particolare sistema utilizzato dal regolamento X-Wing per gestire il movimento e poi la fase di fuoco che, al contrario di altri che permettono il movimento contemporaneo di tutte le miniature, prevede l’azionamento delle singole navi in base al valore dell’iniziativa dei loro piloti. Si è visto invece che lo svolgimento è stato abbastanza fluido, nonostante l’alto numero di giocatori.

 

GLI 11 PARTECIPANTI ALL'EVENTO
GLI 11 PARTECIPANTI ALL'EVENTO

ATTACCO ALLA MORTE NERA

 

Questo scenario ricreava le scene finali del IV film della serie, con l’attacco dei caccia ribelli alla prima Morte Nera. Nonostante il contrasto dei caccia imperiali, gli X-Wing ribelli sono riusciti ad inserirsi nel canalone della luce di scarico e JekPorkins, che nel film muore poco dopo essere apparso in scena, nel nostro scenario è riuscito a centrare con i propri siluri protonici lo scarico, provocando così la distruzione della Morte Nera.


CATTURA DEL MERCANTILE

Un Mercantile ribelle che trasporta un carico di materiali particolarmente importanti per la Ribellione, si è danneggiato nell’attraversare un campo di asteroidi e si trova fermo con gli scudi abbassati. I ribelli hanno inviato il Millennium Falcon con una quadra di riparazione a bordo e gli imperiali una navetta classe Lambda con una squadra di assaltatori per impadronirsi del trasporto. Entrambe le navi sono scortate dai propri caccia.

L’abbordaggio riesce quasi subito agli imperiali, che occupato il trasporto, provvedono alle riparazioni, alzano gli scudi e iniziano a muovere verso il punto di uscita nell’iperspazio.

I ribelli riescono con il fuoco delle proprie navi a far abbassare gli scudi e a fermare il trasporto un paio di volte, ma ogni tentativo di abbordaggio è stato respinto dai prodi assaltatori imperiali.

Alla fine il MillenniunFalcon è stato speronato e distrutto con un’abile manovra messa in atto dal comandante imperiale del trasporto che, subito dopo eseguiva il salto iperspaziale per portarsi all’interno dello spazio imperiale. A questo punto anche i due ultimi caccia ribelli rimasti, fuggivano nell'iperspazio e lo scenario si concludeva con una brillante vittoria Imperiale.